14 giu 2009

London ZOO


Lo Zoo di Londra, situato tra Camden Town e Regent's Park, è il giardino zoologico e scientifico più antico del mondo, fu istituito da Sir Stamford Raffles nel 1826. Raffles, che, riuscì ad ottenere un terreno per la costruzione dello zoo, ma morì l'anno seguente per un ictus. Alla sua morte il terzo marchese di Lansdowne si fece carico del progetto e organizzò la costruzione delle prime struttre per accogliere gli animali. Nell'aprile 1828 lo zoo aprì ai membri della Zoological Society of London; gli animali presenti all'epoca erano orici d'Arabia, cudù maggiori, oranghi e specie ora estinte come il quagga e il tilacino, nel 1847 lo zoo aprì al pubblico.
Quando Peter Chalmers Mitchell divenne segretario della Società, si decise di chiudere e allevare gli animali in apposite strutture poiché si pensava che non potessero riuscire a vivere all'aperto nel rigido clima di Londra. Mitchell organizzò meglio le struttre dove vivevano gli animali e con il tempo ci si accorse che numerose specie riuscivano ad adattarsi completamente e senza problemi al clima inglese. Fu così che lo zoo venne ampliato di 2.4 km2 verso nord e nel 1926 venne acquistata Hall Farm, presso Whipsnade: nel 1931 venne aperto il Whipsnade Wild Animal Park. Ad oggi lo zoo ospita 755 diverse specie, per un totale di 15.104 animali; queste cifre ne fanno uno dei maggiori parchi faunistici del Regno Unito. La vastità del lavoro di mantenimento di tanti animali fu una delle cause maggiori della crisi finanziaria attraversata dal London Zoo. Negli anni 80 sembrava che lo zoo fosse sul punto di chiudere in maniera definitiva. Quando, nel 1991, venne annunciato pubblicamente che lo zoo avrebbe chiuso, i visitatori cominciarono a presentarsi in massa e numerosi privati contribuirono con donazioni. Il London Zoo continuò così la sua attività. Nel 2005 sono state costruite le strutture "African Bird Safari", dedicata agli uccelli africani e "Meet The Monkeys", dedicata alle scimmie. Nel 2006 sono state inoltre inaugurate "Into Africa" e "Butterfly Paradise", dedicate rispettivamente alle specie africane ed alle farfalle. Nel 2007 il principe Filippo di Edimburgo, ha inaugurato personalmente il "Gorilla Kingdom". Nella primaversa del 2008 è stata riaperta la "Bird House", modificata in "Blackburn Pavilion", in onore della famiglia Blackburn, che contribuì con abbondanti elargizioni per impedire che lo zoo chiudesse negli anni '90.Presso il London Zoo esiste un acquario sin dal 1853, il primo acquario mai istituito al mondo. L'acquario è suddiviso in tre diverse aree:
La prima sala contiene pesci a rischio di estinzione che la Società si impegna a far riprodurre per conservare l'integrità delle varie specie vulnerabili o a forte pericolo di estinzione. La seconda sala riproduce l'habitat di una barriera corallina con specie di pesci provenienti da tutto il mondo.
La terza sala ospita specie provenienti dal Rio delle Amazzoni.


Lo Zoo di Londra è gestito dalla Zoological Society of London (ZSL), un istituto benefico attivo nel campo dell'istruzione, della scienza e della tutela faunistica. Gli introiti dei biglietti sono destinati alla cura degli animali dello zoo e di quelli che vivono allo
stato selvaggio.

Orari di apertura
Aperto tutti i giorni dalle ore 10.00
Estate: chiusura ore 17.30
Inverno: chiusura ore 16.30
Chiuso il giorno di Natale

Metropolitana
Camden Town (Northern Line):
10 minuti a piedi – seguire le indicazioni per London Zoo o prendere l'autobus 274 in direzione Baker Street (5 minuti di autobus)
Regent’s Park (Bakerloo Line):
20 minuti a piedi - seguire le indicazioni attraverso Regent’s Park
Baker Street (Bakerloo Line):
15 minuti di autobus - prendere l'autobus 274 in direzione Camden Town

3 commenti:

the Tramp ha detto...

Lo zoo di Londra è qualcosa che ancora mi manca, bisogna rimediare. Mi viene da ridere nel pensare che perfino gli animali si sono trovati bene a Londra nonostante il clima.
PS: bentornata in attività, adesso non farci più aspettare così tanto...

ebalsemin ha detto...

Post molto interessante. Diventi sempre più brava col blog sai? Complimenti...:)

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Non l'ho ancora visitato, grazie per il promemoria :-)