20 mag 2009

SCANDAL!


Ieri, per la prima volta dal 1695 uno Speaker della Camera dei deputati inglese, sì è dimesso. Si parla anche della fine del Premier Gordon Brown. In questi giorni l’Inghilterra, governata dalla sinistra dal 1997 e dall’estate scorsa vittima della peggiore crisi economica dal 1929, sta vivendo la più grave crisi costituzionale della propria storia. La causa di questo scandalo è lo sfruttamento sistematico, da parte dei deputati del sistema dei rimborsi spese. Gli inglesi sono disgustati veramente del Parlamento e dei loro politici. In un discorso di soli 34 secondi, Martin si è dimesso in nome dell’unità della Camera dei deputati anche se non voleva, ma non aveva scelta. “Speaker” Martin, detto “Gorbals Mick”, perché proviene dai “Gorbels”, cioè zona povera nella poverissima Glasgow, se ne andrà il 21 giugno. Lo speaker della Camera dei deputati inglesi è come il nostro Presidente della Camera. L’ultima volta che uno speaker si è dimesso fu nel 1695. Si trattava di Sir John Trevor colpevole di aver accettato una tangente di mille “guineas”. Prima di Sir John Trevor sette Speaker sono stati decapitati e uno assassinato. Adesso Brown, come Premier, rischia grosso. Non è mai stato eletto Premier. Ha ereditato il posto da Blair. Non deve andare alle urne fino alla prossima primavera ma la situazione è ormai grave. Se ora Brown non si dimette, lo faranno forse 200 deputati conservatori, provocando così una specie di mini elezione nazionale.
Speaker Martin è stato un deliquente. Ha difeso il sistema corrotto dei rimborsi approfittandone in prima persona. Sono stati pagati dal popolo inglese i mutui sulle seconde case dei deputati e altro ancora: le loro tv plasma, la loro carta igienica il letame per i loro giardini. Sappiamo i dettagli stuzzicanti di tutto ciò perché per avere i rimborsi dovevano elencare le loro spese. Lo stipendio di un deputato inglese è di “solo” 64 mila sterline all’anno più 100 mila sterline all’anno per le sue spese d’ufficio. La crisi economica rende ancora più grave questo scandalo già di per se molto pesante

3 commenti:

fabio r. ha detto...

il bello della Gb (e di ogni paese civile) è che le persone coinvolte negli scandali e "sputtanati" pubblicamente poi Si Dimettono!!!!!
che bella sensazione...

the Tramp ha detto...

Sapevo che i parlamentari inglesi devono elencare le proprie spese, addirittura ho letto che il primo ministro, al termine del mandato, deve restituire i regali che negli anni ha ricevuto per la sua carica. Quello che è successo in Inghilterra è gravissimo, ma se pensiamo ai nostri politici, viene proprio da ridere.

ebalsemin ha detto...

Beh infondo tutto è paese. Non dovrebbero succedere queste cose ma purtroppo succedono in ogni paese: non dico civile ma tecnologico e non. Esistono paesi progrediti, ma civili no.