23 ott 2008

British Women: Margaret Thatcher

Londra solo andata inaugura oggi la rubrica British Women: ogni mese verrà approfondita in un post, la figura di un donna di origini Britanniche. Spero l'iniziativa sia di gradimento dei visitatori.
Buona lettura!

Margaret Thatcher è stata la prima donna primo ministro in Gran Bretagna ed ha servito tre mandati consecutivi in carica. E' stata una delle figure politiche dominanti del 20° secolo in Gran Bretagna, ed il cosidetto"Thatcherism" usato come sinonimo di liberismo, continua ad avere una grande influenza.

Margaret Hilda Roberts, nasce il 13 Ottobre 1925 a Grantham, figlia di un droghiere e di una sarta, studia ad Oxford dove consegue la Laurea in Chimica. Dal 1947 al 1951, anno in cui sposa Denis Thatcher, esercita nel campo della ricerca, nel 1953 diventa avvocato fiscalista e ha due figli gemelli.
Nel 1959, viene eletta per il partito conservatore dei Tory alla camera dei comuni di Westminster per il distretto di Finchley. Da parlamentare fu una dei pochi conservatori a votare a favore della depenalizzazione dell' omosessualità maschile e dell'aborto. Nel 1970 diviene ministro per l'istruzione nel governo di Healt, è durante questa carica che viene definita the Milk Snatcher ovvero "ladra di latte" poichè aveva operato dei tagli alle razioni di latte per le scuole materne.

Quelli tra il 1974 e il 1979, sono anni molto difficili per la Gran Bretagna, sono i Laburisti in questo periodo a guidare un paese sull'orlo della crisi. Nel 1976 viene sfiorata la bancarotta, il valore della sterlina crolla inesorabilmente ed il governo è costretto a chiedere un prestito al Fondo Monetario Internazionale in cambio di garanzie pesantissime. E' in questi anni, precisamente nel 1975, che M. Thatcher viene eletta segretaria del proprio partito divenendo capo dell'opposizione, la prima donna a ricoprire tale carica. L'inverno del 1978 vede la Gran Bretagna come un paese malato: strade coperte da cumuli di immondizia, settimane lavorative di 3 giorni, elettricità razionata ed il paese stretto nella morsa del debito al Fondo Monetario Internazionale.
Questo è lo scenario nel quale la Thatcher vince le elezioni del Giugno 1979.
Il 1982 è un anno cruciale nella storia del governo Tory, un distaccamento militare argentino atterra sulle Falkland sgominando 16 Royal Marines di guardia ad un relitto dell'impero colioniale Inglese. Questi i numeri di quella che fu una guerra lampo peraltro mai dichiarata: durò 72 giorni, costò 2 miliardi di dollari e causò 1000 morti, in maggioranza argentini. Il successo di questa guerra incentiva molto l'orgoglio nazionale britannico e porta la seconda vittoria di Margaret alle politiche del 1983. La Thatcher diviene uno degli obiettivi dell'IRA che, il 12 Ottobre 1984 fa esplodere una bomba al Grand Hotel di Brighton durante un congresso, causando 5 morti e lasciando indenne il Primo Ministro.
Il secondo mandato è caratterizzato da una serie molto lunga di riforme e di conflitti interni che avvieranno una svolta enorme nella storia dell'economia occidentale: la vittoria del privato sul pubblico. La Thatcher avvierà un processo di privatizzazioni poi imitato nel resto del mondo (eccetto che in Italia...). Vengono vendute le case di proprietà dello stato agli inquilini che le abitano e questo le costa una denuncia per dilapidazione del patrimonio dello stato. I suoi colleghi di partito la accusano di vendere l'argenteria di famiglia. Ancora oggi i governi di mezzomondo riprendono la teoria Thatcheriana che in una società democratica moderna le funzioni dello Stato devono essere drasticamente ridotte.

Il primo scontro forte avviene con i sindacati responsabili, allora, del crollo Industriale del RegnoUnito. Gli scioperi venivano indetti per i motivi più disparati fermando il lavoro per settimane, come quando tutti i cantieri navali rimasero fermi a causa di uno scontro tra fabbri e falegnami su chi dovesse fare dei buchi per le viti che giuntavano le parti in legno delle navi a quelle in metallo. L'impopolare provvedimento di Margaret Thatcher è una legge che rende illegali gli scioperi non approvati dalla maggioranza dei lavoratori con votazione segreta, inoltre i capi sindacali sono ritenuti responsabili di eventuali danni provocati da agitazioni non conformi alle regole.
Nella vertenza per la chiusura delle miniere di carbone la Thatcher si guadagna l'appelativo di Lady di Ferro. Le miniere, di fatto oramai una palla al piede dell'economia, operano, in perdita, da anni. Il governo attua dei tagli sempre più netti ai consumi di carbone suscitando le ire di A.Scargill allora capo dei sindacati dei minatori, il quale arriverà a farsi finanziare dalla Libia per continuare a pagare sussidi agli scioperanti. Il primo ministro è inflessibile, non cede nemmeno alle richieste degli stessi colleghi di partito simpatizzanti dei minatori.
Dopo aver riformato le relazioni industriali il governo Thatcher avvia il primo grande programma europeo di privatizzazioni che viene inaugurato con la vendita di British Telecom nel 1994. Seguiranno British Airways, British Gas, Jaguar e Rover e poi molte altre aziende del servizio pubblico. Oggi British Telecom e British Airways sono tra le aziende più produttive ed efficienti al mondo, epurate da dirigenti privi di iniziativa e da dipendenti in esubero, fanno da termine di paragone per altre società concorrenti. L'economia Britannica approda ad un terziario avanzato e al Big Bang della City, ovvero, la liberalizzazione dei mercati.
Nel 1987 la Thatcher vince per la Terza volte le elezioni segnando un vero record.
Sono questi gli anni in cui si gettano le Basi per il Trattato di Maastricht che avrebbe delineato l'odierna UE: la Lady di ferro aveva da sempre dimostrado il proprio euroscetticismo ricevendo enormi critiche da quelli che temevano di vedere il paese vittima dell'isolazionismo. Nel 1990 viene introdotta la Poll Tax, un contributo che ogni individuo deve versare indipendenetemente dal reddito. La tassa, che è stata replicata in seguito dalla Flat Tax dei paesi comunisti, viene criticata e accende rivolte nella capitale Britannnica. Il 22 Novembre 1990, uno scrutinio interno al partito Tory, dopo le dimissioni del ministro degli esteri Howe, motivate dall'intransigenza in materia europea, decide le sorti di Margaret Thatcher, le cui dimissioni sono state il primo episodio nella storia Britannica di dimissioni di un primo ministro per insuccesso diplomatico in campo europeo. Margaret Thatcher e la sua politica, sono state, e tuttora rimangono, molto controverse e al tempo stesso affascinanti. I suoi ammiratori dicono che abbia contribuito a ringiovanire l'economia del Regno Unito, mentre i suoi oppositori affermano che la sua politica sia servita soltanto ad aumentare il numero di disoccupati e ad aumentare il divario fra ricchi e poveri. La Lady di Ferro, durante i suoi mandati, fu odiata visceralmente da buona parte dei britannici di sinistra. Comunque sia, i governi successivi, sia conservatori che laburisti (questi ultimi guidati da Tony Blair), hanno mantenuto gran parte delle sue riforme.



Hanno detto di lei:
  • L'intera società inglese, nonostante la Thatcher sia scomparsa dalla scena da molto tempo, sta ancora "leccandosi le ferite". Perché quel periodo ha provocato un cambiamento radicale, incredibile. (J. Arnott)
  • Margaret Thatcher ha la bocca di Marylin Monroe, e gli occhi di Caligola. (F. Mitterand)
  • È il miglior uomo d'Inghilterra. (R. Reagan)









9 commenti:

the Tramp ha detto...

Complimenti per la nuova rubrica, molto interessante. La Lady di ferro è stata una figura politica molto importante per la storia dell'Inghilterra. Indubbiamente ha preso delle decisioni anche molto impopolari, ma se l'Inghilterra ha ritrovato la sua forza, dopo un periodo per niente brillante, è stato pure grazie al suo apporto.

-Kia- ha detto...

Grazie per il commento sul blog!
La rubrica è molto interessante... chissà se troverai qualche leggenda riguardante Mary Poppins...

-Kia- ha detto...

Grazie per il commento sul blog!
La rubrica è molto interessante... chissà se troverai qualche leggenda riguardante Mary Poppins...

-Kia- ha detto...

ops... ho per sbaglio commentato 2 volte la stessa cosa....

Neverland ha detto...

carissima kia,hai colto nel segno! mary è tra le prossime protagoniste della rubrica che può trattare anche personaggi della fantasia..era già in programma..bye!

`°*ஜღ Moka ♥ღஜ*°´ ha detto...

ciao! un saluto e buon weekend!

ebalsemin ha detto...

Complimenti per il blog che diventa sempre più interessante :)

Neverland ha detto...

@ebalsemin sei sempre gentilissimo,grazie!

Neverland ha detto...

@moka un salutone!!!!