09 gen 2010

Londra innevata

"Il tempo è come un fiocco di neve scompare mentre cerchiamo di decidere cosa farne."








06 gen 2010

Il Vampiro di Highgate - un mistero a Londra

Nel 1862 nel cimitero di Highgate venne sepolta Elizabeth Siddal, moglie del pittore e poeta Dante Gabriel Rossetti, il quale gettò nella bara un libro di poesie a lei dedicate. Sette anni dopo la salma venne riesumata e, tra lo stupore dei presenti, il corpo della donna venne trovato perfettamente integro,si disse con la testa ancora contornata da lunghi capelli di colore rosso-dorato. Questo evento diede vita alla voce che nel cimitero vivesse un vampiro. Del fatto parlarono i giornali locali mentre i quotidiani nazionali non presero seriamente la vicenda fino al 1971, quando ci fu l'aggressione ai danni di una ragazza. L'aggressione avvenne nella strada che conduce all'ingresso ovest del cimitero di Highgate delimitatata dalla Swain's Lane. Un altro evento misterioso ha visto come protagonista un contabile londinese. L'uomo stava passeggiando nel parco adiacente al cimitero quando si rese conto di essere seguito. Quando si voltò vide, poco distante da lui, una figura oscura sospesa a mezz'aria. L'uomo si accorse di non riuscire più a muoversi e di non avere cognizione del tempo. Trascorsi quelli che egli ritenne fossero alcuni minuti l'apparizione scomparve e pian piano recuperò le sue facoltà. David Farrant, membro fondatore della British Psychic an Occult Society, si occupò di questi avvenimenti. Egli decise di indagare su questa segnalazione scoprendo, nella zona dove avvenne l'apparizione, i resti di un rituale di magia nera. Alle 23 della sera del 21 dicembre 1969, giorno del solstizio d'inverno, Farrant provò sulla propria pelle l'energia del cimitero di Highgate: due occhi lo fissavano emettendo una luce sinistra e minacciosa intuì che stava per essere sottoposto a un "attacco psichico" e distolse immediatamente lo sguardo. Quando guardò di nuovo in quella direzione la misteriosa creatura se ne era andata, scomparsa nel nulla da dove era venuta. Alla notizia di una caccia al vampiro,centinaia di persone si riversarono nel cimitero. La profanazione delle tombe raggiunse livelli allucinanti: i cadaveri venivano estratti dalle bare,decapitati e impalati. Farrant fu arrestato con l'accusa di aver profanato il cimitero e , dopo la sua confessione, fu condannato a 5 anni di prigione. Quando , dopo due anni e 10 mesi usci' dal carcere , giuro' che non avrebbe piu' messo piede nel cimitero di High gate. Sebbene molti- tra cui Sean Manchester, un altro esperto di paranormale- abbiano sostenuto di aver "ucciso" il vampiro, Farrant e' convinto che l'energia che lo ha generato sia ancora presente in quel luogo.

British Women:Beatrix Potter





Helen Beatrix Potter, è stata una scrittrice ed illustratrice inglese,nata nel 1866 a Londra nel quartiere di Kensington, era figlia di un avvocato che vivendo esclusivamante delle rendite ereditate raramente esercitava la professione. Mentre suo fratello venne mandato a scuola, Betarix venne educata a casa, rivelò da subito delle spiccate doti artistiche e il suo amore per la natura e per gli animali (ammirati durante le vacanza nel Lake Distric) che sempre più spesso divennero oggetto di suoi disegni e dipinti. La sua personalità, le sue ottime capacità come critico d'arte, il suo desiderio di independenza, sono raccolti nel diario che iniziò a scrivere all'età di 15 anni con un linguaggio in codice che venne decriptato per dare il diario alle stampe dopo la morte dell'autrice. Il primo racconto che Beatrix scrisse si intitolava "The Tale of Peter Rabbit" e diede inizio a quella che poi sarebbe diventata una sua peculiarità, ovvero scrivere lettere illustrate ai bambini. Il racconto del coniglio Peter trovò, nel 1902, un editore non senza fatica, fu grazie a questo ed altri racconti magnifici che Beatrix Potter ottenne l'indipendenza economica. Con le pubblicazioni arrivò anche l'amore, si inammorò dell'editore Norman Warne: il matrimonio non era ben visto dai genitori di Beatrix poichè non volevano che la figlia sposasse "un uomo che doveva lavorare per vivere", la scrittrice però decise ugualmente di sposarlo ma questi morì pochi mesi prima del matrimonio; lei si sposò poi, all'età di 47 anni, con il suo avvocato William Heelis. Dopo il suo matrimonio Beatrix acquistò un terreno nel Lake District dove si trasferì e dedicò il resto della sua vita alla campagna e all'allevamento ma non solo:con il reddito da The Books Peter Rabbit fu in grado di acquistare e gestire i terreni per il National Trust. Quando morì nel 1943, Beatrix Potter lasciò 4.000 acri di terra al National Trust, 15 aziende agricole, case vacanze e molte aree tra cui Tarn Hows. Il suo dono verso la terra che amava era quello di contribuire a preservarla per le generazioni future.

  • Pubblicò 23 libri
  • Peter Rabbit fu tradotto in 20 lingue e pubblicò 80 milioni di copie
  • Beatrix Potter si interessò anche al merchandising ideando il pupazzo -la carta da parati e il gioco di Peter Rabbit.
  • Nel 2006 è stato realizzato un film intitolato Miss Potter - regia Chris Nooan.